Dal momento che la città è veramente immensa, è importante scegliere con cura il nostro iter: uno dei più famosi edifici newyorkesi è l’Empire State Building, famoso in tutto il mondo per essere un grattacielo con differenti stili architettonici, poiché costruito in più epoche. Con i suoi 381 metri di altezzza è stato il grattacielo più alto dal 1931 al 1973. Da non perdere l’entrata all’osservatorio al piano 102, da dove si può vedere a 360° lo skyline di New York. La biglietteria si trova al secondo piano e l’ingresso ha un costo di 14$.
A pochi minuti da quest’edificio si può ammirare anche il Chrysler Building, la cui architettura, nella parte finale dell’edificio, ricorda alcuni pezzi di automobile come il radiatore o le ruote.
Poco distante si trova Central Park, location di molti film romantici: qui è possibile rilassarsi all’ombra di grandi alberi. Caratteristici i suoi grandi prati, con sentieri e specchi di acqua pieni di simpatiche oche. Costeggiando il parco si arriva al Museum Mille, un edificio con dieci musei, sedi di molteplici mostre ed esposizioni.

Un luogo da visitare la sera è sicuramente Times Square, piazza illuminata 24 ore su 24 da cartelloni pubblicitari e insegne dei teatri. Da molti considerata il cuore di Manhattan, qui è possibile fare shopping in negozi famosi, o visitare il celebre museo delle cere di Madame Tussauds, in cui si possono scattare divertenti foto con le riproduzioni dei vips. Times Square, però, è anche sinonimo di Brodway, sede di storici e importanti teatri a livelllo internazionale. Ci sono spettacoli di vario genere e adatti a tutte le età.

Ma il simbolo assoluto della città di New York è la Statua della Libertà: per visitarla è necessario recarsi ad Ellis Island e prendere il traghetto per Jersey City. Progettata da due francesi nel 1886, per tanti anni è stata il faro di molti immigrati che giungevano negli Stati Uniti. Ci sono vari modi per visitarla: tour dell’isola, dall’Hudson Park River, attraversando il ponte di Brooklyn o dallo Staten Island Ferry. Nelle vicinanze del porto si trova l’Ellis Island Immigration Museum, ospitato nell’edificio che un tempo era la sede del primo centro di assistenza degli immigrati.
Al ritorno, si attraversa il famosissimo Ponte di Brooklyn, il più vecchio dei tre ponti che collegano Brooklyn. Ha avuto il primato per il ponte sospeso più lungo del mondo e la vista panoramica che offre è una delle migliori della città.
Se si è interessati all’arte dei nativi americani e degli antichi egizi, non può mancare una visita al Brooklyn Museum, poco distante dall’omonimo ponte.

Anche per chi non fosse interessato alla finanza, un luogo da visitare è la famosa Wall Street, sede dell’alta finanza. Qui le principali attrazioni turistiche sono Trinity Church, il New York Stock Exchange e la scultura The Charging Bull, così come il Federal Hall, il primo campidoglio degli Stati Uniti d’America e anche il luogo dove George Washington lesse il suo giuramento come primo presidente della nazione. Lower Manhattan è anche la sede del sito del World Trade Center, luogo simbolo dell’atto terroristico che sconvolse il mondo l’11 settembre 2011. Il National September 11 Memorial è aperto al pubblico su prenotazione.

Se si vuole incontrare qualche personaggio famoso, il quartiere di Soho è il posto giusto. Ricco di gallerie d’arte e di grandi magazzini per fare tanto shopping, è la meta preferita delle star.
Imperdibili anche i caratteristici quartieri di Chinatown e di Harlem, con la sua anima afroamericana. Qui sarete inondati da musica e sapori molto diversi.

CONDIVIDI